L’EMPOWERMENT DELLE DONNE IN EQUILIBRIO TRA VITA PROFESSIONALE E PRIVATA

Si è tenuto lunedì 15 luglio 2019 presso lo spazio attivo di Roma Casilina (Via Casilina 3/T) il workshop “L’EMPOWERMENT DELLE DONNE IN EQUILIBRIO TRA VITA PROFESSIONALE E PRIVATAorganizzato dal progetto Europeo Ladies First! insieme a Lazio Innova e CEPIB

L’evento ha raccolto alcune realtà di Empowerment femminile, che hanno presentato le loro attività e storie di successo in un workshop di scambio e apprendimento reciproco. Condividere storie ed esperienze rappresenta, un elemento strategico che rafforza e alimenta una community, quella delle donne, in costante crescita

Per l’occasione Lazio Innova ha presentato in anteprima il nuovo bando della Regione Lazio “Innovazione Sostantivo Femminile” per l’imprenditoria femminile. Il bando prevede un milione e mezzo di euro di fondi europei per sostenere le donne che vogliono fare impresa, promuovere tra di loro l’innovazione e aiutare il loro accesso alle facoltà scientifiche, creare delle ‘ambasciatrici’ che aiutino le giovani donne italiane a guardare al mondo dell’impresa.

È stato presentato il materiale formativo, messo a disposizione gratuitamente dal progetto Erasmus+ Ladies First!, di cui il  principale obiettivo è quello di contribuire al miglioramento delle competenze, di psicologi, insegnanti, formatori, coach e consulenti, finalizzate ad aiutare le donne a migliorare l’equilibrio tra la vita lavorativa e personale.

Si è parlato di applicazioni per il benessere della donna insieme a Giada Fiume, fondatrice di CEPIB, il Centro di Psicologia Integrata per il Benessere; segreti per definire le priorità, definire un piano di azione realistico, e arrivare al traguardo meglio e in meno tempo con Angela SANTI, Business & Lifestyle Coach; Donne e  Digitale con Rachele Zinzocchi.

Moltissime le ospiti che hanno condiviso le proprie realtà:

Daniela Bianchi, ex Consigliera Regionale e Membro del consiglio Nazionale Ferpi, l’Associazione che rappresenta i professionisti delle Relazioni Pubbliche e della Comunicazione nel nostro Paese, ha illustrato i punti dell’Agenda 2030 sul tema dell’ Empowerment femminile. Per una visione di sistema tra competitività e reputazione.

L’associazione Dress for Success di Roma, un’organizzazione no-profit made in Usa volata oltreoceano grazie alla volontà di Francesca Jones, fondatrice e presidente dell’unica sede italiana, nata per aiutare le donne in cerca di occupazione, favorisce l’intraprendenza e l’indipendenza, economica e non solo, delle stesse attraverso un percorso formativo e di sostegno, partendo da un apparentemente banale ma fondamentale punto di partenza: l’abito.

L’associazione WE Women Empowerment, nata da un’idea di Flavia Sagnelli, giovanissimo avvocato di Roma, che si propone di creare una rete di professionisti, i quali, ognuno nel proprio campo e con le proprie competenze, possano contribuire a coniugare domanda e offerta di servizi, informazioni ed esigenze di varia natura, basandosi innanzitutto sulla solidarietà femminile.

Per chiudere Nancy AHARPOUR, fondatrice di DonnaJobs , una startup nata con l’intento di offrire opportunità di lavoro a donne che spesso hanno difficoltà nel reperire un lavoro con luoghi e tempi standard si è collegata in Web Conference per parlarci di Lavoro Femminile 3.0.